Leonardo Annese

Leonardo Annese

Esperto di sicurezza stradale - Ideatore e Direttore scientifico SEMA

l.annese63@gmail.com

Website URL:

Programma

 

I 7 TEMI

 

Tema 1:                    ACCETTAZIONE SOCIALE E ETICA

Rispondono:            Pierluigi Cordellieri- Università Sapienza

                                  Laura Moschini - Università Roma3

                                  Stefano Crisci - Università Sapienza

                                 

Tema 2:                    SICUREZZA STRADALE

Rispondono:               Sergio Dondolini - Ministero infrastrutture e trasporti

                                 Roberto Arditi - AIPCR, SINA

                                 Pasquale Cialdini – già Ispettore sicurezza stradale MIT

                                  Paolo Mazzoni – Assosegnaletica – Confindustria

                                  Raimondo Polidoro – TMS Consultancy

 

Tema 3:                    CYBER SECURITY

Rispondono:                Saverio Palchetti - World Road Association PIARC, Anas

                                  Samuele Foni - Thales Group

                                  Andrea Chiappetta – ASPISEC

 

Tema 4:                    RESPONSABILITA’ E REGOLAMENTAZIONE

Rispondono:               Anna Botti – Anas S.p.A.

                                  Flavio Menichetti – UnipolSai

 

Tema 5:                    IL VEICOLO AUTONOMO – ASPETTI TECNOLOGICI

Rispondono:                Enrico Pagliari - ACI

                                  Paolo Pagano - CNIT

                                  Luigi Carrarini - Anas S.p.A.

                                  Paolo Burgio - Università di Modena

 

Tema 6:                    NUOVO MODELLO DEL TRASPORTO DI PERSONE E MERCI

Rispondono:                Enrico Stefàno - Pres. Comm.ne Mobilità Roma Capitale

                                  Andrea Simone – Prof. Università di Bologna

                                  Tommaso Gecchelin – CTO - NEXT Future of Trasnsportation

                                  Massimo Marciani – Pres. FLC Frieght Leaders Council

                                  Alfredo Giordani - Pres. Ass.ne Vivinstrada

  

Tema 7:                    TRASFORMAZIONE SOCIALE E OCCUPAZIONE

Rispondono:                Dario Tamburrano -  Europarlamentare

                                  Guglielo Festa – Sindacato Pensionati CGIL di Roma e del Lazio

 

* Durante il Question Time verranno discussi i quesiti posti dal pubblico sui temi presentati.




Fin dall’inizio dei lavori il pubblico potrà inviare le proprie domande al moderatore, via SMS o WhatsApp (al numero 347-2712750). Risponderà l’esperto della materia presente in sala.

La serata sarà animata sarà allietata da intermezzi musicali del gruppo The Bacarocks.

Read more...

Crowd Funding

Pensate che ogni anno nel mondo muoiono un milione e trecento mila persone in incidenti stradali!

Molti di più i feriti gravi con conseguenze anche permanenti che costituiscono una lacerazione insanabile anche per le famiglie dei deceduti o dei feriti.

Pensiamo ai costi sociali che derivano dagli incidenti stradali. Miliardi di euro fra assistenza medica e ospedaliera, mancata produttività, ricadute economiche sulle famiglie, riparazioni delle strade, ingorghi e costi del personale di polizia o sanitario coinvolti negli incidenti…

Pensate alle vite anche giovani spezzate da un incidente causato da una stupida distrazione alla guida: un messaggino, una telefonata, il bambino dietro che piange.

Si calcola che il 94% degli incidenti sia causato da una stupida distrazione.

Ma non solo.

Pensiamo a quante ore della nostra vita trascorriamo nel traffico, a cercare un parcheggio, arrabbiandoci con altri automobilisti e arrivando tardi al lavoro. Quante ore del nostro tempo rubate alla nostra famiglia, ai nostri amici al tempo libero.

Pensate a quanti soldi spendiamo ogni anno per il bollo, l'assicurazione, la benzina e la manutenzione dell'auto.

Pensiamo a quante persone non hanno la possibilità di spostarsi in autonomia perché anziane o con disabilità.

Ora pensate che le macchine a guida autonoma, cioè senza conducente, una volta che saranno presenti sulle nostre strade, risolveranno tutte le cose che ho elencato qui sopra.

Non ci credete?

Al Simposio Eclettico della Mobilità Autonoma cercheremo di dimostrare che questo è un futuro molto vicino.

Vogliamo informare gli utenti della strada come il pedone, il ciclista, l'automobilista e chi ci lavora come i tassisti, i conducenti di mezzi pesanti, degli autobus di questa imminente rivoluzione per chiarire dubbi, paure e tabù che ognuno, legittimamente, può avere.

Sarà il primo evento in Italia a parlare degli aspetti etici, sociali, assicurativi, occupazionali e, soprattutto di sicurezza stradale della guida autonoma.

Per il S.E.M.A. abbiamo scelto una sede prestigiosa al centro di Roma – l’Acquario Romano - e un parterre di esperti che risponderanno alle domande del pubblico, in sala e collegato in rete.

Per raggiungere questo ambizioso obiettivo e garantire un'organizzazione all’altezza dell’importanza dell’evento, occorre il tuo aiuto.

Con un contributo anche minimo ci aiuterai a diffondere un tema che, tra pochi anni, saremo tutti chiamati ad affrontare. Per i più giovani sarà un modo di conoscere il loro futuro, mentre per i meno giovani un'occasione per conoscere come vivere la propria quotidianità in autonomia. 

Il nuovo modo di vivere le nostre città è dietro l’angolo e dobbiamo essere preparati e consapevoli dei vantaggi che comporterà.

Abbiamo bisogno del tuo aiuto per condividere questa conoscenza. Partecipa al nostro crowdfunding e diventa Micro Sponsor del SEMA

Per ringraziare chi ci vorrà dare una mano abbiamo pensato di mettere in palio 3 corsi di Guida Sicura presso l’autodromo di Vallelunga offerti da ACI Automobile Club d’Italia.

L’estrazione avverrà il giorno dell’evento 1 marzo. 

Vai al CROWFUNDING e lascia il tuo contributo.

Read more...

Presentazione

Come nasce l’idea del Simposio Eclettico della Mobilità Autonoma?

Occupandomi di Sicurezza stradale da parecchi anni ho avuto modo di seguire quarant'anni di attività sviluppate dall’ONU, dall'Unione Europea, da diversi Governi, dalle amministrazioni capitoline, dai gestori delle strade e delle autostrade, per il raggiungimento dell'obiettivo “Vision Zero”. Nessun morto sulle strade entro il 2050 e la riduzione al 50% entro il 2020.

Siamo nel 2019 e l'obiettivo sembra ancora lontano considerando che negli ultimi due anni il trend che vedeva la riduzione costante di decessi e feriti gravi ha avuto una brusca frenata causando una controtendenza negativa.

Quali sono le cause che hanno interrotto un ventennio di successi e un drastico calo di decessi?

Abbiamo raggiunto un punto di saturazione dove anche le migliori iniziative e scelte politiche, come i Cinque Pilastri della sicurezza stradale, le migliaia di campagne educative, il continuo miglioramento delle tecnologie dei veicoli e delle infrastrutture, non hanno più effetto.

Ciò non vuol dire che questi strumenti non siano stati validi ma hanno esaurito il loro potenziale rendendo necessario cambiare strumenti e metodi, ed è proprio qui che entra in campo la più grande innovazione tecnologica nel settore dei trasporti dall’invenzione del motore a scoppio: la GUIDA AUTONOMA. Può sembrare una prospettiva quasi fantascientifica ma la guida automa, o senza conducente, è in realtà un futuro molto, ma molto, vicino. Molte delle nuove tecnologie riconducibili alla guida autonoma, infatti, già le troviamo su diversi modelli di veicoli ora in commercio, come la frenata di emergenza, il parcheggio autonomo, la tenuta in carreggiata.

D’altronde, fino a qualche anno fa il sistema di frenata ABS era riservato a modelli di alto fascia imponendo costi notevoli. Ora lo troviamo presente su tutte le automobili di serie.

Parlare oggi di guida autonoma significa offrire agli utenti una soluzione che non avevano considerato possibile nel corso della loro vita, eppure oggi è una realtà. Entro pochi anni vedremo le prime vetture a guida autonoma sulle nostre strade che, a loro volta, saranno sempre più adeguate tecnologicamente per essere in grado di interloquire con i veicoli e guidandoli nel traffico.

Certo, oggi questa prospettiva lascerà molti utenti increduli, sospettosi, timorosi, eppure dobbiamo essere pronti a questo futuro che toccherà presto anche le nostre vite.

Il futuro è dietro l’angolo, non lasciamoci cogliere impreparati.

Read more...

Effetti sulla Vita delle Persone e Accettazione Sociale

Una ricerca effettuata negli USA nel 2018, su un campione di 22.000 consumatori di 17 Paesi, evidenzia come i consumatori italiani siano i meno spaventati dalla guida autonoma e la percentuale di quelli che la temono si attesta al 30% mentre sale al 37% per i francesi, al 45% per i tedeschi, al 49% per quelli britannici e al 54% per i consumatori belgi.

Un gruppo che potrebbe trarre vantaggio sono i conducenti più anziani, molto importanti nel contesto della società europea che invecchia. Pertanto l'automazione potrebbe apportare benefici ai conducenti ad alto rischio, aumentando o estendendo la mobilità e riducendo potenzialmente i rischi per la sicurezza che poterebbero rappresentare per gli altri utenti della strada.

Supportare gruppi ad alto rischio Una delle altre implicazioni per la guida automatizzata è che potrebbe consentire ad alcuni conducenti che sono limitati da problemi di salute di continuare o iniziare a guidare con il supporto di sistemi automatici o in modalità completamente autonoma.

La guida autonoma avrà anche un effetto psicologico sul lungo periodo sui conducenti.

La «macchina» non rappresenterà più uno status symbol.

I limiti di velocità, specialmente nelle aree urbane dove i limiti di 50 o anche 30 km / h sono sempre più comuni, rendono i motori potenti irrilevanti e rappresentano solo una spesa.

Un veicolo automatico non supererà mai i limiti di velocità indicati, quindi niente multe!

I costi del possedere un veicolo privato.

Oggi, sulle nostre strade, la presenza di veicoli condivisi con possibilità di disporre di assicurazione, carburante, interventi meccanici, parcheggi, accesso limitato alle aree riservate, è sempre più comune.

Perché immobilizzare in un garage auto che perderanno il suo valore ogni mese e ti costeranno migliaia di euro all'anno solo per manutenzione, assicurazione, parcheggio e possibili problemi meccanici?

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Ci dai una mano? Un contributo per la Sicurezza Stradale

Leggi tutto

Stiamo Preparando il 

S E M A 2020!

Ritorneremo a marzo 2020 

con le novità sulla guida autonoma

 

per l'organizzazione abbiamo bisogno anche di te!

 

Lascia un contributo!

 

GRAZIE!

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?